Torna la bufala di WhatsApp a pagamento: è una catena di sant’Antonio


Torna la bufala di WhatsApp a pagamento: è una catena di sant’Antonio


Circola ormai da più di un decennio in forme varie, e perfino da prima che WhatsApp esistesse. Nei primi anni 2000 la catena andava per la maggiore su MSN Messenger, ma riadattandosi ai tempi moderni ha messo nel mirino gli utenti della piattaforma di messaggistica istantanea invitandoli a inoltrarla a più contatti possibile.
Continua a leggere


Circola ormai da più di un decennio in forme varie, e perfino da prima che WhatsApp esistesse. Nei primi anni 2000 la catena andava per la maggiore su MSN Messenger, ma riadattandosi ai tempi moderni ha messo nel mirino gli utenti della piattaforma di messaggistica istantanea invitandoli a inoltrarla a più contatti possibile.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here