Valentino, sordo e cacciato di casa perché omosessuale, oggi sogna un ristorante Lgbt


Valentino, sordo e cacciato di casa perché omosessuale, oggi sogna un ristorante Lgbt


Valentino è stato cacciato di casa poche ore prima di Natale. La sua colpa? Essere un giovane omosessuale. Da quel momento, con l’aiuto dell’associazione iKen, è riuscito a riconquistare la sua vita, nonostante i non pochi ostacoli che ha dovuto affrontare. Oggi sogna di poter aprire un ristorante Lgbt dove tutti possano essere se stessi.
Continua a leggere


Valentino è stato cacciato di casa poche ore prima di Natale. La sua colpa? Essere un giovane omosessuale. Da quel momento, con l’aiuto dell’associazione iKen, è riuscito a riconquistare la sua vita, nonostante i non pochi ostacoli che ha dovuto affrontare. Oggi sogna di poter aprire un ristorante Lgbt dove tutti possano essere se stessi.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here