Coronavirus, il primario dell’ospedale di Codogno: “Posticipo la pensione per aiutare i malati”


Coronavirus, il primario dell’ospedale di Codogno: “Posticipo la pensione per aiutare i malati”


Doveva andare in pensione il 29 febbraio, eppure il dottor Giorgio Scanzi, primario dell’ospedale di Codogno, ha deciso di tornare operativo sino a data da destinarsi. Il 65enne ha voluto rimettersi “al servizio dei pazienti” perché questo è il suo lavoro. Motivo per cui non vuole essere considerato un eroe.
Continua a leggere


Doveva andare in pensione il 29 febbraio, eppure il dottor Giorgio Scanzi, primario dell’ospedale di Codogno, ha deciso di tornare operativo sino a data da destinarsi. Il 65enne ha voluto rimettersi “al servizio dei pazienti” perché questo è il suo lavoro. Motivo per cui non vuole essere considerato un eroe.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here