Coronavirus, il Salone del Mobile rinviato è un messaggio per Milano: “Non ci arrendiamo”


Coronavirus, il Salone del Mobile rinviato è un messaggio per Milano: “Non ci arrendiamo”


Il Salone del Mobile, che l’anno scorso ha portato a Milano 386mila persone da 181 paesi, rappresenta  uno dei cuori pulsanti dell’economia milanese e non poteva rischiare di saltare all’ultimo momento, o andare in scena in tono minore, per l’emergenza coronavirus. La decisione di rinviarlo a giugno, dal 16 al 21, presa da Federlegno Arredo in accordo con il sindaco Giuseppe Sala, non è una resa al contagio e alla paura, ma un tentativo di guardare avanti già da ora.
Continua a leggere


Il Salone del Mobile, che l’anno scorso ha portato a Milano 386mila persone da 181 paesi, rappresenta  uno dei cuori pulsanti dell’economia milanese e non poteva rischiare di saltare all’ultimo momento, o andare in scena in tono minore, per l’emergenza coronavirus. La decisione di rinviarlo a giugno, dal 16 al 21, presa da Federlegno Arredo in accordo con il sindaco Giuseppe Sala, non è una resa al contagio e alla paura, ma un tentativo di guardare avanti già da ora.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here