Coronavirus, ragazzo bloccato in Cina: “Senza soldi né lavoro, non posso tornare in Italia”


Coronavirus, ragazzo bloccato in Cina: “Senza soldi né lavoro, non posso tornare in Italia”


Gabriele, ventiquattrenne romano, danzatore di professione, in un’intervista rilasciata a Fanpage.it ha raccontato come sta vivendo le sue interminabili giornate chiuso in casa nello Yunnan, bloccato in Cina a causa del coronavirus, senza soldi né lavoro, non potendo tonare in Italia. Ora attende una risposta dall’Ambasciata.
Continua a leggere


Gabriele, ventiquattrenne romano, danzatore di professione, in un’intervista rilasciata a Fanpage.it ha raccontato come sta vivendo le sue interminabili giornate chiuso in casa nello Yunnan, bloccato in Cina a causa del coronavirus, senza soldi né lavoro, non potendo tonare in Italia. Ora attende una risposta dall’Ambasciata.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here