“Facciamo una figlia e la stupriamo”, l’orrore delle mamme pedofile


“Facciamo una figlia e la stupriamo”, l’orrore delle mamme pedofile


Una delle donne è di Terni, l’altra di Reggio Emilia. L’uomo, di Grosseto, è il padre di una delle vittime messa al mondo per “realizzare fantasie sessuali condivise”. Ora è in isolamento in carcere c’è il rischio che sia linciato dagli altri detenuti. I tre avevano una chat sulla quale condividevano una sorta di ‘prontuario pedopornografico’ (“Come praticare l’amore bambino”).
Continua a leggere


Una delle donne è di Terni, l’altra di Reggio Emilia. L’uomo, di Grosseto, è il padre di una delle vittime messa al mondo per “realizzare fantasie sessuali condivise”. Ora è in isolamento in carcere c’è il rischio che sia linciato dagli altri detenuti. I tre avevano una chat sulla quale condividevano una sorta di ‘prontuario pedopornografico’ (“Come praticare l’amore bambino”).
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here