Il Coronavirus mette il mondo dello spettacolo in quarantena: così la cultura va in crisi


Il Coronavirus mette il mondo dello spettacolo in quarantena: così la cultura va in crisi


Da quando il Coronavirus ha colpito il Paese, i provvedimenti cautelativi attuati in gran parte del nord Italia, hanno determinato la chiusura di teatri, cinema, nonché dei locali alle 18, con l’annullamento di spettacoli e concerti. E se per molte categorie significa smart working, malattia, riduzione delle ore, per i lavoratori dello spettacolo invece vuol dire perdita del lavoro. Ma come diceva Bertolt Brecht “Prima vien la pancia piena e poi viene la morale…”.
Continua a leggere


Da quando il Coronavirus ha colpito il Paese, i provvedimenti cautelativi attuati in gran parte del nord Italia, hanno determinato la chiusura di teatri, cinema, nonché dei locali alle 18, con l’annullamento di spettacoli e concerti. E se per molte categorie significa smart working, malattia, riduzione delle ore, per i lavoratori dello spettacolo invece vuol dire perdita del lavoro. Ma come diceva Bertolt Brecht “Prima vien la pancia piena e poi viene la morale…”.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here