Case popolari, Consulta boccia la legge lombarda. “Requisito 5 anni residenza è irragionevole”


Case popolari, Consulta boccia la legge lombarda. “Requisito 5 anni residenza è irragionevole”


La Corte costituzionale ha bocciato la legge regionale della Lombardia sui servizi abitativi pubblici, giudicando “irragionevole” il requisito di 5 anni di residenza richiesto per poter accedere alle graduatorie per le case popolari. La norma “anti immigrati” voluta dalla giunta leghista di Roberto Maroni per la Consulta “non ha alcun nesso con la funzione del servizio pubblico in questione”.
Continua a leggere


La Corte costituzionale ha bocciato la legge regionale della Lombardia sui servizi abitativi pubblici, giudicando “irragionevole” il requisito di 5 anni di residenza richiesto per poter accedere alle graduatorie per le case popolari. La norma “anti immigrati” voluta dalla giunta leghista di Roberto Maroni per la Consulta “non ha alcun nesso con la funzione del servizio pubblico in questione”.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here