Coronavirus, Ekdal: “Non riesco a pensare al calcio ma a chi muore o perde il lavoro”


Coronavirus, Ekdal: “Non riesco a pensare al calcio ma a chi muore o perde il lavoro”


Il centrocampista svedese della Sampdoria risultato positivo, come altri sei compagni al Coronavirus, ha fatto il punto sulle sue condizioni di salute. Difficile per lui al momento pensare al calcio: “L’unica cosa che conta è tornare a un qualche tipo di normalità, che le persone si sentano meglio e non debbano perdere il lavoro”
Continua a leggere


Il centrocampista svedese della Sampdoria risultato positivo, come altri sei compagni al Coronavirus, ha fatto il punto sulle sue condizioni di salute. Difficile per lui al momento pensare al calcio: “L’unica cosa che conta è tornare a un qualche tipo di normalità, che le persone si sentano meglio e non debbano perdere il lavoro”
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here