Coronavirus, lettera aperta di 78 matematici: “Lockdown subito in Europa, imparate dall’Italia”


Coronavirus, lettera aperta di 78 matematici: “Lockdown subito in Europa, imparate dall’Italia”


Riportiamo per intero la lettera aperta che 78 professori, matematici, studiosi e specialisti del mondo rivolgono alla comunità scientifica affinché ciascuno solleciti il proprio governo a non ripetere l’errore dell’Italia, a non perdere tempo e a introdurre il lockdown subito, perché inevitabile. Ogni minuto è estremamente importante perché salva vite umane. L’inizio dell’epidemia ha avuto lo stesso numero esatto di infezioni in Cina, Italia e altri Paesi. La differenza è che la Cina ha bloccato con fermezza e rapidità Wuhan e tutta la regione di Huabei 8 giorni prima dell’Italia. Un ritardo di soli 8 giorni, ha portato allo stremo il sistema sanitario più efficiente della zona più ricca del Paese. E fintanto che il tasso di aumento è esponenziale, nessuna soluzione lineare, nessun aumento di macchine, caschi e respiratori, funzionerà per contrastarlo. Ci saranno ancora molti, più decessi. L’esperienza dell’Italia serva all’Europa: anche questo significa essere una comunità.
Continua a leggere


Riportiamo per intero la lettera aperta che 78 professori, matematici, studiosi e specialisti del mondo rivolgono alla comunità scientifica affinché ciascuno solleciti il proprio governo a non ripetere l’errore dell’Italia, a non perdere tempo e a introdurre il lockdown subito, perché inevitabile. Ogni minuto è estremamente importante perché salva vite umane. L’inizio dell’epidemia ha avuto lo stesso numero esatto di infezioni in Cina, Italia e altri Paesi. La differenza è che la Cina ha bloccato con fermezza e rapidità Wuhan e tutta la regione di Huabei 8 giorni prima dell’Italia. Un ritardo di soli 8 giorni, ha portato allo stremo il sistema sanitario più efficiente della zona più ricca del Paese. E fintanto che il tasso di aumento è esponenziale, nessuna soluzione lineare, nessun aumento di macchine, caschi e respiratori, funzionerà per contrastarlo. Ci saranno ancora molti, più decessi. L’esperienza dell’Italia serva all’Europa: anche questo significa essere una comunità.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here