Coronavirus Roma, vigile urbano non dichiara di essere positivo: aperta un’inchiesta


Coronavirus Roma, vigile urbano non dichiara di essere positivo: aperta un’inchiesta


Omissione d’atti d’ufficio è il reato ipotizzato dalla Procura di Roma, che ha aperto un’inchiesta sul ritardo di comunicazione dello stato di salute del vigile urbano del XI Gruppo di Roma alle autorità competenti, agente che è risultato positivo al coronavirus. Mancanza che ha tardato la sanificazione degli uffici.
Continua a leggere


Omissione d’atti d’ufficio è il reato ipotizzato dalla Procura di Roma, che ha aperto un’inchiesta sul ritardo di comunicazione dello stato di salute del vigile urbano del XI Gruppo di Roma alle autorità competenti, agente che è risultato positivo al coronavirus. Mancanza che ha tardato la sanificazione degli uffici.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here