Lettera di un figlio al papà morto per Coronavirus: “Non eri sacrificabile, eri una risorsa per noi”


Lettera di un figlio al papà morto per Coronavirus: “Non eri sacrificabile, eri una risorsa per noi”


Mario, 70enne della Bergamasca, è uno delle centinaia di vittime di Coronavirus in Lombardia. L’anziano si è spento all’ospedale di Ponte San Pietro. Il figlio Massimo ha scritto una struggente lettera a un quotidiano locale per salutare il padre, ammalatosi nel momento peggiore, quello “in cui se è disponibile una terapia intensiva viene data priorità ad una persona meno sacrificabile, più giovane. Ma tu – conclude il figlio – non eri sacrificabile”.
Continua a leggere


Mario, 70enne della Bergamasca, è uno delle centinaia di vittime di Coronavirus in Lombardia. L’anziano si è spento all’ospedale di Ponte San Pietro. Il figlio Massimo ha scritto una struggente lettera a un quotidiano locale per salutare il padre, ammalatosi nel momento peggiore, quello “in cui se è disponibile una terapia intensiva viene data priorità ad una persona meno sacrificabile, più giovane. Ma tu – conclude il figlio – non eri sacrificabile”.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here