Primario Codogno: “L’anestesista ha capito che Paziente1 aveva il Coronavirus e ci ha salvato tutti”


Primario Codogno: “L’anestesista ha capito che Paziente1 aveva il Coronavirus e ci ha salvato tutti”


Stefano Paglia, primario del pronto soccorso dell’ospedale di Codogno, città focolaio dell’emergenza Coronavirus in Lombardia, racconta il ricovero del paziente 1 e fa una previsione: “Dobbiamo tenere duro ancora un paio di giorni. Tra domani e venerdì nella zona rossa scadono le due settimane di quarantena. Si tratta di un termine cruciale per capire il comportamento del Coronavirus. Faremo i conti e analizzeremo la tendenza. Lavorando con la testa dimostreremo che la scienza guarisce”.
Continua a leggere


Stefano Paglia, primario del pronto soccorso dell’ospedale di Codogno, città focolaio dell’emergenza Coronavirus in Lombardia, racconta il ricovero del paziente 1 e fa una previsione: “Dobbiamo tenere duro ancora un paio di giorni. Tra domani e venerdì nella zona rossa scadono le due settimane di quarantena. Si tratta di un termine cruciale per capire il comportamento del Coronavirus. Faremo i conti e analizzeremo la tendenza. Lavorando con la testa dimostreremo che la scienza guarisce”.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here