“We are the world compie” 35 anni, ma oggi il mondo si ferma a Lesbo


“We are the world compie” 35 anni, ma oggi il mondo si ferma a Lesbo


Negli anni Ottanta una delle frasi ricorrenti della mia maestra era che non bisognava mai buttare il cibo perché “ci sono bambini in Africa che non hanno nemmeno quel pezzetto di pane.” Questa frase ha segnato un’intera generazione fin quando è arrivato Michael Jackson con We are the World ed eravamo tutti “amici dell’Africa”. 35 anni dopo lo slogan più ricorrente è “aiutiamoli a casa loro” e il razzismo non è affatto una bella canzone.
Continua a leggere


Negli anni Ottanta una delle frasi ricorrenti della mia maestra era che non bisognava mai buttare il cibo perché “ci sono bambini in Africa che non hanno nemmeno quel pezzetto di pane.” Questa frase ha segnato un’intera generazione fin quando è arrivato Michael Jackson con We are the World ed eravamo tutti “amici dell’Africa”. 35 anni dopo lo slogan più ricorrente è “aiutiamoli a casa loro” e il razzismo non è affatto una bella canzone.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here