“Con decreti restrittivi evitati 200mila ricoveri a marzo”: ricostruita la mappa del contagio


“Con decreti restrittivi evitati 200mila ricoveri a marzo”: ricostruita la mappa del contagio


Senza i decreti che hanno imposto misure restrittive per limitare la diffusione dell’epidemia di coronavirus, in Italia nel mese di marzo avremmo avuto 200mila persone ricoverati in ospedale e il 45 per cento in più di capacità di contagio. Lo ha calcolato uno studio condotto dagli scienziati di Politecnico di Milano, Università Ca’ Foscari Venezia, Università di Zurigo, EPFL di Losanna e Università di Padova. I ricercatori hanno realizzato il primo modello di contagio per l’Italia ricavando una mappa che potrà essere usata anche nello studio dei prossimi provvedimenti.
Continua a leggere


Senza i decreti che hanno imposto misure restrittive per limitare la diffusione dell’epidemia di coronavirus, in Italia nel mese di marzo avremmo avuto 200mila persone ricoverati in ospedale e il 45 per cento in più di capacità di contagio. Lo ha calcolato uno studio condotto dagli scienziati di Politecnico di Milano, Università Ca’ Foscari Venezia, Università di Zurigo, EPFL di Losanna e Università di Padova. I ricercatori hanno realizzato il primo modello di contagio per l’Italia ricavando una mappa che potrà essere usata anche nello studio dei prossimi provvedimenti.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here