Don Mazzi: “Il virus ci ha travolti come un tram, i ragazzi fragili sono le vittime invisibili”


Don Mazzi: “Il virus ci ha travolti come un tram, i ragazzi fragili sono le vittime invisibili”


“Il coronavirus ci è venuto addosso come un tram e siamo caduti a terra”. Don Antonio Mazzi intervistato da Fanpage.it racconta l’impatto dell’emergenza sulla vita delle ragazze e dei ragazzi più fragili, segnati da disagio scolastico, familiare e sociale. Giovani ora chiusi in casa in situazioni di povertà, conflitto o solitudine. “Con loro ci basavamo sulla possibilità di tessere pazientemente una relazione di fiducia, di contatto, di vicinanze soprattutto fisiche dei rapporti. Ma la scuola adesso è chiusa e non riaprirà a breve”, racconta il presidente della Fondazione Exodus, che pochi mesi fa ha compiuto 90 anni, “ma di questa esperienza drammatica e straordinaria possiamo fare tesoro”.
Continua a leggere


“Il coronavirus ci è venuto addosso come un tram e siamo caduti a terra”. Don Antonio Mazzi intervistato da Fanpage.it racconta l’impatto dell’emergenza sulla vita delle ragazze e dei ragazzi più fragili, segnati da disagio scolastico, familiare e sociale. Giovani ora chiusi in casa in situazioni di povertà, conflitto o solitudine. “Con loro ci basavamo sulla possibilità di tessere pazientemente una relazione di fiducia, di contatto, di vicinanze soprattutto fisiche dei rapporti. Ma la scuola adesso è chiusa e non riaprirà a breve”, racconta il presidente della Fondazione Exodus, che pochi mesi fa ha compiuto 90 anni, “ma di questa esperienza drammatica e straordinaria possiamo fare tesoro”.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here