Raffaeli, anestesista di Parma: “Non c’era un piano per le catastrofi, abbiamo brancolato nel buio”


Raffaeli, anestesista di Parma: “Non c’era un piano per le catastrofi, abbiamo brancolato nel buio”


Il presidente della fondazione Isal (Istituto di scienze algologiche), nonché noto anestesista di Parma, William Raffaeli, ha parlato di come sarebbe potuta essere migliore la gestione dell’emergenza Coronavirus ai suoi inizi: “Bisognava sequestrare gli alberghi – ha detto Raffaeli -. Come si fa a far fare la quarantena alle persone in casa?”. In questo modo si sarebbero infatti creati dei focolai famigliari.
Continua a leggere


Il presidente della fondazione Isal (Istituto di scienze algologiche), nonché noto anestesista di Parma, William Raffaeli, ha parlato di come sarebbe potuta essere migliore la gestione dell’emergenza Coronavirus ai suoi inizi: “Bisognava sequestrare gli alberghi – ha detto Raffaeli -. Come si fa a far fare la quarantena alle persone in casa?”. In questo modo si sarebbero infatti creati dei focolai famigliari.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here