Taranto, clochard lascia una lettera nella cassetta del book crossing: “Ho fame, non abbandonatemi”


Taranto, clochard lascia una lettera nella cassetta del book crossing: “Ho fame, non abbandonatemi”


È la storia di Ale, un senzatetto di Taranto, amante della lettura. In questo periodo di emergenza, rischiava di morire di fame ma, per fortuna, le sue parole sono arrivate dritte nel cuore e le iniziative rivolte agli “ultimi” non sono mancate da parte dell’amministrazione comunale. È bastata una lettera per prendersi cura di lui: “Per il nostro concittadino senzatetto – ha detto l’assessore comunale Francesca Viggiano – pasti caldi e libri per nutrirsi l’anima”.
Continua a leggere


È la storia di Ale, un senzatetto di Taranto, amante della lettura. In questo periodo di emergenza, rischiava di morire di fame ma, per fortuna, le sue parole sono arrivate dritte nel cuore e le iniziative rivolte agli “ultimi” non sono mancate da parte dell’amministrazione comunale. È bastata una lettera per prendersi cura di lui: “Per il nostro concittadino senzatetto – ha detto l’assessore comunale Francesca Viggiano – pasti caldi e libri per nutrirsi l’anima”.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here