Il viaggio da incubo di Giovanni: “In volo da Stoccolma a Roma senza distanziamento”


Il viaggio da incubo di Giovanni: “In volo da Stoccolma a Roma senza distanziamento”


La denuncia di Giovanni, studente calabrese di 23 anni, in Erasmus in Svezia, che per tornare in Italia lo scorso 20 maggio ha presi due voli, da Stoccolma a Francoforte e da qui a Roma Fiumicino, effettuati entrambi da Lufhthansa, strapieni e senza distanziamento tra un passeggero e l’altro: “Nessun controllo all’imbarco. A bordo ci hanno fatto mettere le mascherine ma poi il personale è passato con snack e bevande e molti le hanno abbassate nello stesso momento”.
Continua a leggere


La denuncia di Giovanni, studente calabrese di 23 anni, in Erasmus in Svezia, che per tornare in Italia lo scorso 20 maggio ha presi due voli, da Stoccolma a Francoforte e da qui a Roma Fiumicino, effettuati entrambi da Lufhthansa, strapieni e senza distanziamento tra un passeggero e l’altro: “Nessun controllo all’imbarco. A bordo ci hanno fatto mettere le mascherine ma poi il personale è passato con snack e bevande e molti le hanno abbassate nello stesso momento”.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here