Caltanissetta, Adnan ucciso per aver difeso le vittime del caporalato: “Era buono e coraggioso”


Caltanissetta, Adnan ucciso per aver difeso le vittime del caporalato: “Era buono e coraggioso”


Adnan Siddique era arrivato in Italia dal Pakistan cinque anni fa. È stato ucciso il 3 giugno a coltellate. Pare che avrebbe preso le difese di un gruppo di braccianti vittime di caporalato, accompagnando uno di loro a sporgere denuncia. “Non ci crediamo ancora – dicono i genitori di Adnan a fanpage.it”. Gli amici: “Era un ragazzo speciale e vogliamo che sia ricordato per la buona persona che era”.
Continua a leggere


Adnan Siddique era arrivato in Italia dal Pakistan cinque anni fa. È stato ucciso il 3 giugno a coltellate. Pare che avrebbe preso le difese di un gruppo di braccianti vittime di caporalato, accompagnando uno di loro a sporgere denuncia. “Non ci crediamo ancora – dicono i genitori di Adnan a fanpage.it”. Gli amici: “Era un ragazzo speciale e vogliamo che sia ricordato per la buona persona che era”.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here