Caso Guerrina Piscaglia, le ossa nella grotta sono di un animale


Caso Guerrina Piscaglia, le ossa nella grotta sono di un animale


“I resti non sono di un essere umano, ma di un animale: un grosso mammifero”. Lo stabiliscono i RIS dopo l’esame dei resti ritrovati in una grotta a pochi chilometri da Badia Tedalda lo scorso maggio. Le ossa sono state esaminate per escludere che potessero appartenere a una delle persone scomparse sul territorio aretino. In cima alla lista c’era il nome di Guerrina Piscaglia, scomparsa nel 2014. Per la sua morte è stato condannato padre Gratien Alabi.
Continua a leggere


“I resti non sono di un essere umano, ma di un animale: un grosso mammifero”. Lo stabiliscono i RIS dopo l’esame dei resti ritrovati in una grotta a pochi chilometri da Badia Tedalda lo scorso maggio. Le ossa sono state esaminate per escludere che potessero appartenere a una delle persone scomparse sul territorio aretino. In cima alla lista c’era il nome di Guerrina Piscaglia, scomparsa nel 2014. Per la sua morte è stato condannato padre Gratien Alabi.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here