Covid e macelli: perché gli impianti di lavorazioni delle carni diventano focolai di contagio 


Covid e macelli: perché gli impianti di lavorazioni delle carni diventano focolai di contagio 


Durante la pandemia di Coronavirus i macelli e gli impianti di lavorazione carni sono stati focolai di contagio del Covid-19 sia negli Stati Uniti che in Europa. In Germania di recente sono stati accertati 657 casi positivi tra i lavoratori di un grande impianto nel Nordreno-Vesftalia. Le condizioni di lavoro in queste industrie e l’ambiente refrigerato permette una maggiore sopravvivenza del virus.
Continua a leggere


Durante la pandemia di Coronavirus i macelli e gli impianti di lavorazione carni sono stati focolai di contagio del Covid-19 sia negli Stati Uniti che in Europa. In Germania di recente sono stati accertati 657 casi positivi tra i lavoratori di un grande impianto nel Nordreno-Vesftalia. Le condizioni di lavoro in queste industrie e l’ambiente refrigerato permette una maggiore sopravvivenza del virus.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here