La vita dopo la mafia: i lavoratori della Geotrans si prendono l’azienda confiscata


La vita dopo la mafia: i lavoratori della Geotrans si prendono l’azienda confiscata


Sequestrata nel 2014 e confiscata definitivamente nel 2019, la Geotrans era un colosso dei trasporti. Le cui gambe, però, si reggevano sul nome della famiglia mafiosa Santapaola-Ercolano. Oggi i lavoratori hanno costituito una cooperativa e tenteranno, assieme all’amministratore giudiziario, di mandare avanti l’azienda prendendola in gestione. Per dimostrare che un’impresa può restare in vita anche se è stata tolta a Cosa Nostra.
Continua a leggere


Sequestrata nel 2014 e confiscata definitivamente nel 2019, la Geotrans era un colosso dei trasporti. Le cui gambe, però, si reggevano sul nome della famiglia mafiosa Santapaola-Ercolano. Oggi i lavoratori hanno costituito una cooperativa e tenteranno, assieme all’amministratore giudiziario, di mandare avanti l’azienda prendendola in gestione. Per dimostrare che un’impresa può restare in vita anche se è stata tolta a Cosa Nostra.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here