Salvato a Palermo dal Covid 19, mantiene la promessa e si tatua la Sicilia: “Nel cuore e sul petto”


Salvato a Palermo dal Covid 19, mantiene la promessa e si tatua la Sicilia: “Nel cuore e sul petto”


Ettore Consonni, magazziniere bergamasco in pensione, aveva preso l’impegno per omaggiare medici e infermieri che si sono presi cura di lui al Civico di Palermo. Durante la pandemia, data la mancanza di posti negli ospedali lombardi, il 61enne era stato trasferito in Sicilia con un volo di Stato. Ed ora può mostrare fiero il tatuaggio della Trinacria impresso sulla propria pelle. “Una lezione sontuosa a chi alimenta odio, divisioni e razzismo tra nord e sud” dice il senatore Faraone.
Continua a leggere


Ettore Consonni, magazziniere bergamasco in pensione, aveva preso l’impegno per omaggiare medici e infermieri che si sono presi cura di lui al Civico di Palermo. Durante la pandemia, data la mancanza di posti negli ospedali lombardi, il 61enne era stato trasferito in Sicilia con un volo di Stato. Ed ora può mostrare fiero il tatuaggio della Trinacria impresso sulla propria pelle. “Una lezione sontuosa a chi alimenta odio, divisioni e razzismo tra nord e sud” dice il senatore Faraone.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here