“Ti voglio bene ma è meglio se muori”: picchia e minaccia la moglie, arrestato a Bronte


“Ti voglio bene ma è meglio se muori”: picchia e minaccia la moglie, arrestato a Bronte


Le indagini dei carabinieri di Bronte hanno evidenziato come l’uomo, sin dal 2009, maltrattasse la moglie che, solo per aver manifestato al marito la volontà di lasciarlo, è stata minacciata di morte con frasi del tipo “io ti voglio bene però è meglio che muori, così solo si può sistemare questa cosa”, umiliata e picchiata anche davanti ai figli.
Continua a leggere


Le indagini dei carabinieri di Bronte hanno evidenziato come l’uomo, sin dal 2009, maltrattasse la moglie che, solo per aver manifestato al marito la volontà di lasciarlo, è stata minacciata di morte con frasi del tipo “io ti voglio bene però è meglio che muori, così solo si può sistemare questa cosa”, umiliata e picchiata anche davanti ai figli.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here