Turni massacranti per 1,5 euro l’ora, lavoratori stranieri sfruttati nei campi in Calabria


Turni massacranti per 1,5 euro l’ora, lavoratori stranieri sfruttati nei campi in Calabria


In manette cinque imprenditori locali e due stranieri che svolgevano un ruolo di intermediazione. L’inchiesta ha portato alla luce una situazione drammatica in cui i braccianti agricoli stranieri non solo erano sfruttati con paghe da fame per lunghe ore di lavoro nei campi ma erano anche costretti a vivere in situazioni di degrado assoluto.
Continua a leggere


In manette cinque imprenditori locali e due stranieri che svolgevano un ruolo di intermediazione. L’inchiesta ha portato alla luce una situazione drammatica in cui i braccianti agricoli stranieri non solo erano sfruttati con paghe da fame per lunghe ore di lavoro nei campi ma erano anche costretti a vivere in situazioni di degrado assoluto.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here