Palermo, “Troppe restrizioni per il Covid-19”. Quintali di frutta e verdura finiscono al macero


Palermo, “Troppe restrizioni per il Covid-19”. Quintali di frutta e verdura finiscono al macero


Ieri mattina al mercato ortofrutticolo del capoluogo regionale siciliani sono state gettate tonnellate di frutta e verdura direttamente nel cassone dell’umido. Per entrare nella struttura è necessaria una prenotazione online a cui segue un controllo dei documenti all’ingresso. “In 44mila metri quadrati, possono entrare ancora solo 300 persone – spiega il presidente dell’associazione dei grossisti, Alberto Argano – Mentre nei mercati della provincia di Palermo è tutto normale. È chiaro che gli acquirenti preferiscono andare a comprare lì e noi rimaniamo con enormi quantità di invenduto”. Che non sempre è possibile destinare ai più bisognosi. L’appello al sindaco Leoluca Orlando: “Ci permetta di riaprire normalmente”.
Continua a leggere


Ieri mattina al mercato ortofrutticolo del capoluogo regionale siciliani sono state gettate tonnellate di frutta e verdura direttamente nel cassone dell’umido. Per entrare nella struttura è necessaria una prenotazione online a cui segue un controllo dei documenti all’ingresso. “In 44mila metri quadrati, possono entrare ancora solo 300 persone – spiega il presidente dell’associazione dei grossisti, Alberto Argano – Mentre nei mercati della provincia di Palermo è tutto normale. È chiaro che gli acquirenti preferiscono andare a comprare lì e noi rimaniamo con enormi quantità di invenduto”. Che non sempre è possibile destinare ai più bisognosi. L’appello al sindaco Leoluca Orlando: “Ci permetta di riaprire normalmente”.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here