Prosegue la fitta programmazione della ventiduesima edizione di Collinarea, lo storico festival di teatro, musica, cinema e arti performative


Dopo il grande successo dello straordinario spettacolo di apertura “Connessioni”, primo esperimento di palcoscenico dislocato e distanziato reso possibile dal cablaggio dell’intero borgo, prosegue la fitta programmazione della ventiduesima edizione di Collinarea, lo storico festival di teatro, musica, cinema e arti performative a Lari, sulle colline pisane, a cura di Scenica Frammenti.

Tema di questa nuova edizione, Connessioni: in un anno di distanziamento sociale obbligato, il festival vuole ripensare la disposizione (urbana) dello spettatore e, parallelamente, dare una proposta artistica capace di fondersi con questa necessità, facendola diventare virtù, per riscoprire insieme al suo pubblico il potere dell’Arte di rappresentare, esorcizzare, indagare e migliorare il presente.

Sabato 25 luglio Dimitri Grechi Espinoza si presenta in solo con il suo sax al Castello dei Vicari alle ore 20 con il terzo capitolo di “Oreb” dal titolo “The Spiritual Way” (Ponderosa Music&Art 2020), un percorso sonoro alla riscoperta delle virtù’ umane, a completamento del percorso iniziato nella “Nube” di “Angel’s Blows” e proseguito attraverso “Re-Creatio”. Registrato con una tecnica di ripresa innovativa nel battistero di San Giovanni di Pisa, è un progetto unico nel suo genere, dove s’incontrano due grandi passioni: lo studio della scienza sacra nelle culture tradizionali e la ricerca sul suono, con l’obiettivo di riscoprire il respiro profondo dei luoghi sacri di tutto il mondo.

Alle ore 21 nel Giardino del Comune ancora musica con Ar[ti] In Sound con “Vedrai che cambierà – Concerti cittadini per passanti”. Un intenso viaggio nella musica anni 60 e 70 in Italia e in Brasile, da Tenco a Mina e Battiato, da Gilberto Gil a Elis Regina, per raccontare, a volte con un tocco di ironia, il cambiamento che stiamo vivendo.

Andrea Cosentino, attore, autore, comico e studioso di teatro, vincitore del Premio speciale UBU 2018, porta sul palco alle ore 22.15 in piazza Matteotti il suo “Kotekino Riff”, un’esercitazione comica sulla praticabilità della scena, una roulette russa di gag sull’idiozia, un fluire sincopato di danze scomposte, monologhi surreali e musica.

Collinarea Festival, giunto quest’anno alla sua ventiduesima edizione grazie anche alla forte collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Casciana Terme Lari, del sindaco Mirko Terreni e dell’assessora alla cultura Marianna Bosco, negli anni ha ospitato artisti del calibro di Stefano Bollani, Marco Tullio Giordana, Ascanio Celestini, Vinicio Capossela, Elio e le storie tese, Antonio Rezza e tanti altri.

L’articolo Prosegue la fitta programmazione della ventiduesima edizione di Collinarea, lo storico festival di teatro, musica, cinema e arti performative proviene da Viva il teatro.



Fonte:Viva il teatro

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here