Teatro Martinitt: stagione di prosa 2020-2021 a partire dal 16 ottobre


Torna a teatro e ridi che ti passa. Pronta la locandina della nuova stagione al Martinitt. La commedia come antidoto, più che mai.

Mentre il Teatro Martinitt passa dal lockdown all’open air e inaugura la nuovissima Arena Milano Est, polo funzionale multiculturale da 800 posti (400 per le norme anti-Covid), con una prima stagione estiva ricca e variegata, è già pronta la programmazione indoor, da ottobre 2020 a giugno 2021. Nel post pandemia, si conferma sempre più attuale la filosofia del tempio milanese della comicità: la risata –intelligente, consapevole e a tratti persino impegnata- è una cura per l’anima. Campagna abbonamenti già aperta.

Torniamo a teatro. Aiutiamo la cultura e noi stessi, preservando un bene e un diritto fondamentale di tutti e garantendoci qualche ora di meritata spensieratezza, oggi un lusso più di prima.

Questo l’invito sotteso alla nuova stagione invernale del Teatro Martinitt, in partenza il 16 ottobre prossimo.

Con la nuova stagione, cambiano i giorni di programmazione. Il debutto di ogni commedia cade di venerdì, quindi repliche il sabato e domenica e poi per le intere due settimane successive (con esclusione del lunedì).

STAGIONE DI PROSA 2020-2021

DAL 16 OTTOBRE AL 1° NOVEMBRE 2020

Spettacolo a sorpresa

DAL 6 AL 22 NOVEMBRE 2020

PARTENZA IN SALITA

di Gianni Clementi, diretto da Marco Rampoldi e Corrado Tedeschi

con Corrado Tedeschi e Camilla Tedeschi. Scene Andrea Bianchi. Produzione Skyline Production e Teatro Stabile di Trieste.

Lezioni di guida. E di vita. Un padre sessantenne separato e non rassegnato allo scorrere del tempo si trova a cercare di ricostruire un rapporto con la figlia ventenne arrabbiata, aiutandola a conseguire la patente. Tra il rancore di lei e l’(apparente) leggerezza di lui, sono tanti gli “incidenti” e I momenti di panne. Un motore che vorrebbe roboare ma si inceppa in continuazione, quando non “fuma”. La partenza è decisamente in salita, ma chissà cosa riserverà loro la strada intrapresa.

DAL 27 NOVEMBRE AL 13 DICEMBRE 2020

TI DEDICO UNA CANZONE

di Antonio Romano, diretto da Antonio Grosso

con Carlotta Ballarini, Antonello Pascale, Antonio Romano e maria Scorza. Produzione La Bilancia.

Finché amianto non ci separi. Giuseppe vive la sua vita a Napoli, tra miscele di verniciatura e materiale navale poco accattivanti e per nulla salutari, sempre e comunque con un sorriso trascinante. A circondarlo sono un fratello sgangherato e nullafacente, una vicina di casa invadente e pettegola e una moglie intrappolata nella routine quotidiana. Gli impegni, i rituali, le preoccupazioni di ognuno si intrecciano scatenando nel pubblico il buonumore. Ma c’è la nota amara: l’ottimismo, la generosità e la gratitudine di Giuseppe per chi gli dà da mangiare garantendogli uno stipendio lo portano a esporsi senza riserve e soprattutto senza protezione…

DAL 18 DICEMBRE 2020 AL 3 GENNAIO 2021

B&B CUORI IN AFFITTO

di Sergio Sgrilli, diretto da Maria Elisabetta Marelli

con Guenda Goria, Sergio Sgrilli e Anna Zago. Produzione Teatro De Gli Incamminati.

Luisa gestisce un B&B in centro a Milano, ma i suoi ospiti possono scordarsi la privacy. La padrona di casa pretenderebbe di gestire le vite di chiunque varchi la sua soglia, anche solo per una notte. Le piace l’idea di tessere la tela dei destini altrui. Tre coppie –tra nuove, occasionali ed esauste- finiranno inconsapevolmente nella sua rete e metteranno le loro storie, tutte diverse, nelle sue mani di burattinaia. Luisa, cuore solitario desideroso di essere al centro, si intrufolerà nelle loro esistenze e il risultato sarà una pochade tra il farsesco e il licenzioso, sullo sfondo della nostra moderna società.

DALL’8 AL 24 GENNAIO 2021

UNA STANZA AL BUIO

di Giuseppe Manfridi, diretto da Lorenzo Costa

con Debora Caprioglio e Lorenzo Costa. Musiche Roberto Leoncino. Scene Roberta Agostini. Disegno-luci Osvaldo Giorfano.

Una commedia gialla d’autore. Uno scapolo impenitente, incurante del malumore dei suo anziani condomini e del delitto che si è consumato nel suo appartamentino, lo trasforma in una garçonnière. Protagonisti della scena, un uomo –l’amministratore del condominio, sedicente scultore- e una donna misteriosa, intrigante e calcolatrice. Ingenuità e fragilità da una parte, seduzione e scaltrezza dall’altra. Una battaglia verbale tra frecciatine, doppi sensi, equivoci linguistici e fraintendimenti al cospetto della presenza incombente del proprietario dell’appartamento e della sagoma tratteggiata a gesso dalla polizia sul pavimento.

DAL 29 GENNAIO AL 14 FEBBRAIO 2021

LUCI (E OMBRE) DELLA RIBALTA

di Jean-Paul Alègre, diretto da Leonardo Buttaroni

con Marco Zordan, Alessandro Di Somma, Diego Migeni e Yaser Mohamed. Traduzione Luigi Lunari (titolo originale: La ballade des planches).

Un successo internazionale, ripreso da ben 250 compagnie dopo il debutto a Friburgo nel 1997. Una commedia satirica, carica di unorismo, acrobazie linguistiche e non solo. Dagli incontenibili interpreti di

“39 scalini”, applauditissimo spettacolo di humor noir della stagione 2019-2020, una nuova, vorticosa performance “all’ultimo respiro”, dove attori, ruoli, costumi e scena sono intercambiabili. In un’atmosfera allegra, a tratti poetica ma soprattutto demenziale, si ride dei teatranti che riproducono se stessi. Un teatro nel teatro da crepapelle. Ciò che conta, in fondo, è solo lo spazio sacro del palcoscenico. E a decidere alla fine è sempre il pubblico.

DAL 19 FEBBRAIO AL 7 MARZO 2021

GLI AMICI NON HANNO SEGRETI

di Antonello Costa e Gianluca Irti, diretto da Antonello Costa

con Antonello Costa, Giuseppe Cantore, Giampiero Perone, Claudia Ferri, Michela Fontana, Annalisa Costa. Produzione S.M. ART.

E’ proprio vero che non ci si conosce mai abbastanza. Confidenza, sintonia, intimità e condivisione non sono mai garanzia di trasparenza assoluta, nemmeno in amicizia. Tre uomini e tre donne, amici da sempre, fanno i conti con l’altro ego nascosto di ognuno di loro. Non solo scheletri nell’armadio e alias improbabili, ma personalità fin qui insospettate. Amici si, sempre sinceri chissà.

DAL 12 AL 28 MARZO 2021

MORTA ZIA, LA CASA E’ MIA

di Gianni Quinto, da un’idea di Alessandro Tirocchi e Maurizio Paniconi, regia di Marco Simeoli

con Daniele Derogatis, Valeria Monetti, Maurizio Paniconi, Alessandro Tirocchi. Produzione La Bilancia.

Un imprevisto funereo, ma forse non funesto. La dipartita della cara, vecchia zia apre la strada alle lacrime, ai ricordi ma anche a strane speculazioni… Quattro nipoti al suo capezzale, mascherati dietro volti affranti e abiti a lutto, fanno i conti con il passato, il futuro e un misterioso patrimonio. Mors tua vita mea, così sembrano pensarla. Un funerale e quattro aspiranti eredi mettono in scena equivoci, vecchi rancori e conflitti familiari. Perché la morte ti fa… ricco. Forse.

DAL 2 AL 18 APRILE 2021

TI RICORDI DI ME?

di Massimiliano Bruno, diretto da Sergio Zecca

con Ambra Angiolini ed Edoardo Leo. Produzione Lotus Production.

Si salvi chi può. Sul palco va in scena l’incontro/scontro al limite della normalità tra una maestra elementare narcolettica e uno scrittore di favole inconcludente cleptomane. Galeotto fu lo studio della psicologa… Ne nascono situazioni rocambolesche, ma anche una bella storia d’amore. Entrambi, nonostante il comune sforzo per curare le rispettive patologie, sono inizialmente instradati su binari diversi, con destinazioni diverse. Lei è a un passo dal matrimonio con il fidanzato di sempre e sogna biberon e pannolini, lui punta al best seller ma le sue fiabe sono troppo assurde. Prigionieri entrambi delle proprie nevrosi, uniranno le loro strade nonostante o forse proprio grazie alla loro strampalata, alienata ma in qualche modo romantica visione del mondo e della vita. Tra sogni e amnesie, malintesi e personali interpretazioni, timori e slanci coraggiosi, si insinua la domanda, su quale sia –se esiste- la vera normalità. La risposta, forse, sta nell’amore.

DAL 23 APRILE AL 9 MAGGIO 2021

IL TEST

di Jordi Valljo, diretto da Roberto Ciufoli

con Roberto Ciufoli, Benedicta Boccoli, Simone Colombari, Sarah Biacchi. Traduzione Piero Pasqua.

L’uovo e la gallina sono ormai superati. “Meglio centomila euro subito o un milione di euro tra dieci anni?” Questo è il test, ben più stuzzicante di una frittata più o meno abbondante, che genera una commedia graffiante e spassosa sulle aspettative della vita e sulla vita stessa. Hector e Paula, che non navigano esattamente nell’oro, vengono pungolati da un amico con un apparentemente innocuo ma assai scottante quesito. Mentre attendono la fidanzata dell’amico, il tentativo di rispondere al provocatorio interrogativo prende inizialmente i toni di un gioco, ma con il trascorrere della serata la cosa si fa seria e alquanto scomoda. I quattro non giocano più, ma si mettono in gioco. Calano maschere e alibi e l’io profondo di ognuno si fa largo prepotentemente tra intimi segreti, battute al vetriolo, pensieri reconditi e aspirazioni personali. Un solo punto di domanda per tanti sagaci, piccati e irriverenti punti esclamativi. Il primo vero test toccherà però al pubblico, chiamato ad assegnare i ruoli maschili prima che la commedia inizi.

DAL 14 AL 30 MAGGIO 2021

UNA ZITELLA DA SPOSARE

scritto da Maurizio Paniconi e Alessandro Tirocchi, diretto da Marco Simeoli

con Valeria Monetti, Alessandro Tirocchi, Maurizio Paniconi e Daniele Derogatis. Produzione Compagnia A.M.O.

Sfortunata in amore, Marta decide di non crederci più. Archiaviata l’ennesima love story naufragata, la 35enne si rassegna. A non rassegnarsi è sua madre che, stanca di vederla sola e irrealizzata, la iscrive di nascosto a un canale social per cuori solitari. Cerca quindi la complicità dell’amico Luigi, che accetta di gestire il profilo e organizzare qualche appuntamento. Dopo una prima serie di incontri deludenti, ecco all’improvviso la scolta: Marta si lascia stuzzicare da Marco, che le è piaciuto subito, ma anche da Enrico, suo vecchio compagno di classe di cui era innamorata… Decide quindi di frequentarli entrambi, a loro insaputa. Il triangolo si fa complicato, soprattutto per Luigi che si deve districare tra le chat. Per costringerla a scegliere, quest’ultimo organizza una cena a tre. Il menage à trois esplode e dopo un incalzare di bugie, equivoci e situazioni da panico, la verità travolge tutti. Compreso Luigi che complicherà ulteriormente la faccenda svelando un suo segreto… Chi sceglierà Marta?

Info e prenotazioni:

TEATRO/CINEMA MARTINITT

Via Pitteri 58, Milano – Tel. 02 36.58.00.10

Nel periodo invernale parcheggio interno gratuito.

Biglietto intero 26 euro.

Abbonamenti a partire da 65 euro.

L’articolo Teatro Martinitt: stagione di prosa 2020-2021 a partire dal 16 ottobre proviene da Viva il teatro.



Fonte:Viva il teatro

I Testi di tutte le canzoni del Festival di Sanremo 2020
TUTTE LE CANZONI DI SANREMO 2020

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here