Agrigento, ucciso perché molestava le donne del paese: tre arresti


Agrigento, ucciso perché molestava le donne del paese: tre arresti


“Mi chiese se potevo organizzare l’omicidio. Mi disse che il colpo di grazia avrebbe dovuto essere ai testicoli perché fosse a tutti chiaro il movente”. Così Antonio Mangione, esecutore materiale del delitto di Pasquale Mangione, ucciso nel 2011 a colpi di pistola. Il caso è stato risolto oggi, dopo dieci anni, grazie alla confessione di uno degli esecutori. Il delitto fu commissionato dal figlio dietro pagamento di un compenso di diecimila euro. Movente, la condotta ‘molesta’ dell’uomo, che aveva tentato un approccio anche con la nuora.
Continua a leggere


“Mi chiese se potevo organizzare l’omicidio. Mi disse che il colpo di grazia avrebbe dovuto essere ai testicoli perché fosse a tutti chiaro il movente”. Così Antonio Mangione, esecutore materiale del delitto di Pasquale Mangione, ucciso nel 2011 a colpi di pistola. Il caso è stato risolto oggi, dopo dieci anni, grazie alla confessione di uno degli esecutori. Il delitto fu commissionato dal figlio dietro pagamento di un compenso di diecimila euro. Movente, la condotta ‘molesta’ dell’uomo, che aveva tentato un approccio anche con la nuora.
Continua a leggere

Continua a leggere

I Testi di tutte le canzoni del Festival di Sanremo 2020
TUTTE LE CANZONI DI SANREMO 2020

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here