Caso Ragusa, Logli chiede la mano di Sara dal carcere: “Ci sposeremo e avremo un figlio”


Caso Ragusa, Logli chiede la mano di Sara dal carcere: “Ci sposeremo e avremo un figlio”


“Antonio mi ha chiesto di sposarlo in carcere. Io vorrei un figlio”. Sono le parole di Sara Calzolaio, compagna di Antonio Logli, 57 anni, recluso in carcere dal 10 luglio per l’omicidio della moglie Roberta Ragusa, avvenuto nel 2012 a San Giuliano Terme (Siena). “Abbiamo abbracciato da un paio d’anni la dottrina della Chiesa Evangelica, che non ammette la convivenza. Quindi oltre al forte sentimento che ci induce a fare quel passo, avvertiamo anche l’esigenza di regolarizzarci davanti a Dio”.
Continua a leggere


“Antonio mi ha chiesto di sposarlo in carcere. Io vorrei un figlio”. Sono le parole di Sara Calzolaio, compagna di Antonio Logli, 57 anni, recluso in carcere dal 10 luglio per l’omicidio della moglie Roberta Ragusa, avvenuto nel 2012 a San Giuliano Terme (Siena). “Abbiamo abbracciato da un paio d’anni la dottrina della Chiesa Evangelica, che non ammette la convivenza. Quindi oltre al forte sentimento che ci induce a fare quel passo, avvertiamo anche l’esigenza di regolarizzarci davanti a Dio”.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here