Vanessa Incontrada: “Più che lo sguardo degli uomini, mi fa pensare la cattiveria di certe donne”


Vanessa Incontrada: “Più che lo sguardo degli uomini, mi fa pensare la cattiveria di certe donne”


Ecco l’intervista a Vanessa Incontrada nel numero di Vanity Fair diventato già un cult, quello in cui si mostra completamente nuda e si eleva a simbolo di body positivity: “La cattiveria di certe donne mi fa pensare. Sul set, mi portavano i vestiti da provare e non me ne andava nemmeno uno. Piansi, ci fu Giorgio Panariello ad asciugarmi le lacrime”. Oggi finalmente si accetta: “Siamo donne, il nostro corpo funziona così. È naturale, va accettato e va soprattutto rispettato”.
Continua a leggere


Ecco l’intervista a Vanessa Incontrada nel numero di Vanity Fair diventato già un cult, quello in cui si mostra completamente nuda e si eleva a simbolo di body positivity: “La cattiveria di certe donne mi fa pensare. Sul set, mi portavano i vestiti da provare e non me ne andava nemmeno uno. Piansi, ci fu Giorgio Panariello ad asciugarmi le lacrime”. Oggi finalmente si accetta: “Siamo donne, il nostro corpo funziona così. È naturale, va accettato e va soprattutto rispettato”.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here