Catania, finalmente ai cittadini la mega villa con piscina confiscata a un politico mafioso


Catania, finalmente ai cittadini la mega villa con piscina confiscata a un politico mafioso


Sequestrato nel 2012, confiscato nel 2017, aperto nel 2020. È la storia di un casolare con piscina, circondato da cinque ettari di agrumeto, nel territorio di Palagonia, in provincia di Catania. L’Agenzia nazionale per i beni confiscati lo ha messo a bando, per affidarlo alle associazioni del terzo settore, e ne ha stimato il valore in oltre 650mila euro. Però il custode non aveva le chiavi dei cancelli. Dopo l’interessamento della Commissione regionale Antimafia e degli attivisti, i lucchetti sono stati spezzati e per la prima volta i cittadini entrano in un’area che fu di uno dei politici condannati nell’inchiesta Iblis del 2010, Antonino Sangiorgi, ex consigliere provinciale Udc. Quella in cui era coinvolto anche l’ex presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo.
Continua a leggere


Sequestrato nel 2012, confiscato nel 2017, aperto nel 2020. È la storia di un casolare con piscina, circondato da cinque ettari di agrumeto, nel territorio di Palagonia, in provincia di Catania. L’Agenzia nazionale per i beni confiscati lo ha messo a bando, per affidarlo alle associazioni del terzo settore, e ne ha stimato il valore in oltre 650mila euro. Però il custode non aveva le chiavi dei cancelli. Dopo l’interessamento della Commissione regionale Antimafia e degli attivisti, i lucchetti sono stati spezzati e per la prima volta i cittadini entrano in un’area che fu di uno dei politici condannati nell’inchiesta Iblis del 2010, Antonino Sangiorgi, ex consigliere provinciale Udc. Quella in cui era coinvolto anche l’ex presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here