Femminicidio a Roveredo, la mamma difende il figlio: “Lei lo trattava come un cane”


Femminicidio a Roveredo, la mamma difende il figlio: “Lei lo trattava come un cane”


Giuseppe Forciniti qualche giorno fa è giunto in Questura con le mani ancora sporche di sangue, dopo aver ucciso la compagna, Aurelia Laurenti. Si è costituito. La vittima aveva 34 anni, lui 33. La madre del killer ha ammesso che il rapporto tra i due ultimamente era in crisi, ma ha difeso il figlio: “Una persona meravigliosa”.
Continua a leggere


Giuseppe Forciniti qualche giorno fa è giunto in Questura con le mani ancora sporche di sangue, dopo aver ucciso la compagna, Aurelia Laurenti. Si è costituito. La vittima aveva 34 anni, lui 33. La madre del killer ha ammesso che il rapporto tra i due ultimamente era in crisi, ma ha difeso il figlio: “Una persona meravigliosa”.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here