Illah Dansoko, morto a 32 anni mentre sognava di tornare in Gambia: “Ambulanza in ritardo”


Illah Dansoko, morto a 32 anni mentre sognava di tornare in Gambia: “Ambulanza in ritardo”


Non sanno se Illah si sarebbe salvato, se l’ambulanza fosse arrivata prima. E non potranno scoprirlo mai, perché il loro amico è morto al primo piano di una palazzina di San Berillo, un quartiere popolare nel centro storico di Catania. Gli amici del 32enne proveniente dal Gambia hanno denunciato alle forze dell’ordine i ritardi nei soccorsi. “Qui le ambulanze arrivano sempre tardi, sapevamo che prima o poi sarebbe morto qualcuno”, denunciano. La salma di Illah Dansoko è a disposizione della magistratura, che ha aperto un’inchiesta. Nel frattempo è stata avviata una raccolta fondi per riportare il suo cadavere in Africa, dai suoi genitori.
Continua a leggere


Non sanno se Illah si sarebbe salvato, se l’ambulanza fosse arrivata prima. E non potranno scoprirlo mai, perché il loro amico è morto al primo piano di una palazzina di San Berillo, un quartiere popolare nel centro storico di Catania. Gli amici del 32enne proveniente dal Gambia hanno denunciato alle forze dell’ordine i ritardi nei soccorsi. “Qui le ambulanze arrivano sempre tardi, sapevamo che prima o poi sarebbe morto qualcuno”, denunciano. La salma di Illah Dansoko è a disposizione della magistratura, che ha aperto un’inchiesta. Nel frattempo è stata avviata una raccolta fondi per riportare il suo cadavere in Africa, dai suoi genitori.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here