In carcere per femminicidio, in permesso sfregia la nuova compagna: chiesti 12 anni

In carcere per femminicidio, in permesso sfregia la nuova compagna: chiesti 12 anni


Dodici anni di carcere è la richiesta che la procura di Torino ha avanzato nei confronti di Mohamed Safi, il 37enne che nel 2019 sfregiò, rischiando di sgozzarla, la nuova compagna. All’epoca dei fatti il Safi, condannato a 15 anni per l’omicidio della ex fidanzata, Alessandra Mainolfi, usciva dal carcere ogni giorno per lavorare in un bistrò. La vittima aveva appena detto di volerlo lasciare dopo aver scoperto della condanna per femminicido.
Continua a leggere


Dodici anni di carcere è la richiesta che la procura di Torino ha avanzato nei confronti di Mohamed Safi, il 37enne che nel 2019 sfregiò, rischiando di sgozzarla, la nuova compagna. All’epoca dei fatti il Safi, condannato a 15 anni per l’omicidio della ex fidanzata, Alessandra Mainolfi, usciva dal carcere ogni giorno per lavorare in un bistrò. La vittima aveva appena detto di volerlo lasciare dopo aver scoperto della condanna per femminicido.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here