Permessi per il femminicida, la sorella di Noemi: “Indegno, paghi il suo atto disumano”


Permessi per il femminicida, la sorella di Noemi: “Indegno, paghi il suo atto disumano”


“Hai tolto voce a Noemi, ma ti assicuro che la porterò io avanti per lei. Devi pagare”. Così su Facebook Benedetta Durini, sorella di Noemi, uccisa a 16 anni dal fidanzato a Specchia, commenta la richiesta di permessi di lavoro avanzata dai legali del femminicida condannato Lucio Marzo, detenuto da appena 3 anni.
Continua a leggere


“Hai tolto voce a Noemi, ma ti assicuro che la porterò io avanti per lei. Devi pagare”. Così su Facebook Benedetta Durini, sorella di Noemi, uccisa a 16 anni dal fidanzato a Specchia, commenta la richiesta di permessi di lavoro avanzata dai legali del femminicida condannato Lucio Marzo, detenuto da appena 3 anni.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here