Contrae il covid all’ospedale e muore: a Carbonia un focolaio covid a Medicina


Contrae il covid all’ospedale e muore: a Carbonia un focolaio covid a Medicina


Luciana Porcedda, 82 anni, è morta di covid il due gennaio, all’Ospedale Sirai di Carbonia (SU), dove aveva contratto il virus. Il 14 dicembre due tamponi negativi danno il via libera ma il 21 dicembre un ulteriore tampone, rileva la presenza del virus. “Era in cura per una polmonite, il cardiologo ci ha consigliato di passare dal Pronto soccorso del Sirai per fare una tac”. Sono i familiari, Angelo Porcedda e Brunella Ollargiu, rispettivamente fratello e cugina di Luciana Porcedda, a raccontare l’odissea vissuta. “Noi vogliamo sapere cosa è successo e perché è successo in un ospedale”.
Continua a leggere


Luciana Porcedda, 82 anni, è morta di covid il due gennaio, all’Ospedale Sirai di Carbonia (SU), dove aveva contratto il virus. Il 14 dicembre due tamponi negativi danno il via libera ma il 21 dicembre un ulteriore tampone, rileva la presenza del virus. “Era in cura per una polmonite, il cardiologo ci ha consigliato di passare dal Pronto soccorso del Sirai per fare una tac”. Sono i familiari, Angelo Porcedda e Brunella Ollargiu, rispettivamente fratello e cugina di Luciana Porcedda, a raccontare l’odissea vissuta. “Noi vogliamo sapere cosa è successo e perché è successo in un ospedale”.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here