Coronavirus, oggi tutta Italia entra in zona gialla: aprono bar e ristoranti: ultime news

Coronavirus, oggi tutta Italia entra in zona gialla: aprono bar e ristoranti: ultime news


Le ultime notizie in tempo reale sul Covid oggi in Italia e nel mondo, con i dati di giovedì 7 gennaio 2021. Ieri i nuovi casi di Covid registrati sono stati oltre 20mila, con 548 vittime. Il tasso di positività è stabile all’11,3%. Oggi l’Italia entra in zona gialla, dopo giorni di zona rossa o arancione, in attesa dei nuovi dati del monitoraggio Iss-ministero della Salute, che dovrebbero arrivare domani. Si tratta comunque di una zona gialla ‘rafforzata’. Vietati ancora gli spostamenti tra Regioni, fino al prossimo 15 gennaio. Riaprono, fino alle 18, bar e ristoranti. I negozi potranno restare aperti fino alle 20. È ancora in vigore in tutta Italia il coprifuoco dalle 22 alle 5. Intanto i vaccinati hanno superato quota 300mila e oggi arriveranno altre 224mila dosi del vaccino Pfizer/Biontech. Sempre in giornata l’Aifa dovrà esprimersi sul nuovo vaccino di Moderna che ha avuto ieri il via libera dell’Ema, l’agenzia europea del farmaco.
Continua a leggere


Le ultime notizie in tempo reale sul Covid oggi in Italia e nel mondo, con i dati di giovedì 7 gennaio 2021. Ieri i nuovi casi di Covid registrati sono stati oltre 20mila, con 548 vittime. Il tasso di positività è stabile all’11,3%. Oggi l’Italia entra in zona gialla, dopo giorni di zona rossa o arancione, in attesa dei nuovi dati del monitoraggio Iss-ministero della Salute, che dovrebbero arrivare domani. Si tratta comunque di una zona gialla ‘rafforzata’. Vietati ancora gli spostamenti tra Regioni, fino al prossimo 15 gennaio. Riaprono, fino alle 18, bar e ristoranti. I negozi potranno restare aperti fino alle 20. È ancora in vigore in tutta Italia il coprifuoco dalle 22 alle 5. Intanto i vaccinati hanno superato quota 300mila e oggi arriveranno altre 224mila dosi del vaccino Pfizer/Biontech. Sempre in giornata l’Aifa dovrà esprimersi sul nuovo vaccino di Moderna che ha avuto ieri il via libera dell’Ema, l’agenzia europea del farmaco.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here