Coronavirus, ultime notizie 20 gennaio


Coronavirus, ultime notizie 20 gennaio


Le ultime notizie in tempo reale sul Coronavirus oggi in Italia e nel mondo, con i dati di mercoledì 20 gennaio 2021. Secondo l’ultimo bollettino ieri sono stati 10.497 i nuovi casi e 603 morti covid di ieri e le regioni più colpite sono Sicilia e Lazio. L’infettivologo Andreoni avverte: “Siamo ancora in una situazione di grande circolazione del virus”. L’OMS: “Variante inglese diffusa in 60 paesi”. Conte ha ottenuto la fiducia al Senato: “Pandemia sfida epocale, governo ha agito con scrupolo e responsabilità”. Ira delle Regioni per il taglio dei vaccini Pfizer mentre prosegue la campagna di vaccinazione. Ema: “Ritardi Pfizer perché azienda non aveva scorte di materie prime”. Scuola, Miozzo (Cts): “Non è un momento di rischio, si deve tornare”. Nel mondo quasi 96 milioni di contagi, oltre due milioni i morti. Record di decessi nel Regno Unito con 1.610 morti in 24 ore. Negli Stati Uniti raggiunti i 400mila morti. In Cina 118 nuovi casi e Pechino introduce quarantena di 28 giorni. In Europa avanza l’ipotesi di un passaporto vaccinale.
Continua a leggere


Le ultime notizie in tempo reale sul Coronavirus oggi in Italia e nel mondo, con i dati di mercoledì 20 gennaio 2021. Secondo l’ultimo bollettino ieri sono stati 10.497 i nuovi casi e 603 morti covid di ieri e le regioni più colpite sono Sicilia e Lazio. L’infettivologo Andreoni avverte: “Siamo ancora in una situazione di grande circolazione del virus”. L’OMS: “Variante inglese diffusa in 60 paesi”. Conte ha ottenuto la fiducia al Senato: “Pandemia sfida epocale, governo ha agito con scrupolo e responsabilità”. Ira delle Regioni per il taglio dei vaccini Pfizer mentre prosegue la campagna di vaccinazione. Ema: “Ritardi Pfizer perché azienda non aveva scorte di materie prime”. Scuola, Miozzo (Cts): “Non è un momento di rischio, si deve tornare”. Nel mondo quasi 96 milioni di contagi, oltre due milioni i morti. Record di decessi nel Regno Unito con 1.610 morti in 24 ore. Negli Stati Uniti raggiunti i 400mila morti. In Cina 118 nuovi casi e Pechino introduce quarantena di 28 giorni. In Europa avanza l’ipotesi di un passaporto vaccinale.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here