Nel bunker in cui la mafia uccise il piccolo Giuseppe Di Matteo. Il fratello: “Dolore assurdo”

Nel bunker in cui la mafia uccise il piccolo Giuseppe Di Matteo. Il fratello: “Dolore assurdo”


Per la prima volta dopo 25 anni il sotterraneo in cui la mafia uccise il piccolo Giuseppe Di Matteo viene aperto al pubblico. Fu costruito dal boss Giovanni Brusca per la detenzione del piccolo Giuseppe, figlio di un ex mafioso e collaboratore di giustizia, che rimase prigioniero per due anni prima di essere strangolato e sciolto nell’acido.
Continua a leggere


Per la prima volta dopo 25 anni il sotterraneo in cui la mafia uccise il piccolo Giuseppe Di Matteo viene aperto al pubblico. Fu costruito dal boss Giovanni Brusca per la detenzione del piccolo Giuseppe, figlio di un ex mafioso e collaboratore di giustizia, che rimase prigioniero per due anni prima di essere strangolato e sciolto nell’acido.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here