Omicidio Pamela, le motivazioni della condanna di Oseghale: “Coltellate inferte mentre era viva”


Omicidio Pamela, le motivazioni della condanna di Oseghale: “Coltellate inferte mentre era viva”


Il giudice della Corte di Assise di Appello di Ancona Giovanni Trerè ha così motivato la condanna di Innocent Oseghale, il nigeriano in carcere per aver ammazzato, fatto a pezzi e chiuso in due valige la diciottenne romana, Pamela Mastropietro, nel suo appartamento a Macerata il 30 gennaio 2018.
Continua a leggere


Il giudice della Corte di Assise di Appello di Ancona Giovanni Trerè ha così motivato la condanna di Innocent Oseghale, il nigeriano in carcere per aver ammazzato, fatto a pezzi e chiuso in due valige la diciottenne romana, Pamela Mastropietro, nel suo appartamento a Macerata il 30 gennaio 2018.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here