Paresi facciale dopo il vaccino anti Covid, ricoverata infermiera: perché non c’è da preoccuparsi


Paresi facciale dopo il vaccino anti Covid, ricoverata infermiera: perché non c’è da preoccuparsi


Un caso di sindrome di Bell, vale a dire di leggera paresi facciale, è stato riscontrato in una infermiera di Teramo che nei giorni scorsi aveva ricevuto la prima dose del vaccino Pfizer-BioNtech contro il Covid. È questo il secondo caso del genere che si verifica in Abruzzo. Ma il direttore sanitario della Asl locale, Maurizio Brucchi, rassicura: “Non è nulla di importante e si risolve completamente con una cura nel giro di pochi giorni”.
Continua a leggere


Un caso di sindrome di Bell, vale a dire di leggera paresi facciale, è stato riscontrato in una infermiera di Teramo che nei giorni scorsi aveva ricevuto la prima dose del vaccino Pfizer-BioNtech contro il Covid. È questo il secondo caso del genere che si verifica in Abruzzo. Ma il direttore sanitario della Asl locale, Maurizio Brucchi, rassicura: “Non è nulla di importante e si risolve completamente con una cura nel giro di pochi giorni”.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here