Ucciso e sciolto nell’acido dalla mafia: 25 anni dalla morte di Giuseppe Di Matteo


Ucciso e sciolto nell’acido dalla mafia: 25 anni dalla morte di Giuseppe Di Matteo


L’11 gennaio 1996, all’età di quindici anni e dopo due anni di prigionia, Giuseppe Di Matteo veniva strangolato su ordine di Giovanni Brusca nel nascondiglio dove era tenuto segregato da 28 mesi, a Palermo e il suo corpo veniva sciolto nell’acido. Il ragazzo era stato rapito per tappare la bocca a suo padre Santino Di Matteo, pentito di Mafia, perché non rivelasse i nomi degli autori della strage di Capaci.
Continua a leggere


L’11 gennaio 1996, all’età di quindici anni e dopo due anni di prigionia, Giuseppe Di Matteo veniva strangolato su ordine di Giovanni Brusca nel nascondiglio dove era tenuto segregato da 28 mesi, a Palermo e il suo corpo veniva sciolto nell’acido. Il ragazzo era stato rapito per tappare la bocca a suo padre Santino Di Matteo, pentito di Mafia, perché non rivelasse i nomi degli autori della strage di Capaci.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here