“Il sindaco di Cinisi agì legittimamente”, indagine archiviata sul casolare confiscato al boss


“Il sindaco di Cinisi agì legittimamente”, indagine archiviata sul casolare confiscato al boss


Il primo cittadino di Cinisi era stato denunciato la scorsa estate dal figlio del boss Badalamenti, all’epoca latitante, ed era finito indagato dalla procura di Palermo per non aver restituito un casolare confiscato a don Tano. Oggi l’archiviazione del procedimento penale nei suoi confronti. “Termina una vicenda processuale assurda che poteva essere fraintesa dalla comunità”.
Continua a leggere


Il primo cittadino di Cinisi era stato denunciato la scorsa estate dal figlio del boss Badalamenti, all’epoca latitante, ed era finito indagato dalla procura di Palermo per non aver restituito un casolare confiscato a don Tano. Oggi l’archiviazione del procedimento penale nei suoi confronti. “Termina una vicenda processuale assurda che poteva essere fraintesa dalla comunità”.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here