Modena, la musica come strumento per superare le barriere: “Indispensabile per noi disabili”


Modena, la musica come strumento per superare le barriere: “Indispensabile per noi disabili”


Non si fermano le lezioni individuali del cosiddetto “Metodo Four” per rendere davvero la musica accessibile a tutti e il merito è anche dell’Associazione Tempio, che in un immobile inutilizzato sta ristrutturando gli spazi multidisciplinari per continuare a formare giovani artisti e garantirgli un palco sul quale esibirsi. Fra loro c’è anche Alissa Peron, 32enne non vedente con grandissime potenzialità. Ma c’è bisogno di un sostegno anche economico per non fermarsi. “Poter aiutare le persone a potersi proporre in modo artistico -assicura il presidente dell’associazione- è il bello della vita”.
Continua a leggere


Non si fermano le lezioni individuali del cosiddetto “Metodo Four” per rendere davvero la musica accessibile a tutti e il merito è anche dell’Associazione Tempio, che in un immobile inutilizzato sta ristrutturando gli spazi multidisciplinari per continuare a formare giovani artisti e garantirgli un palco sul quale esibirsi. Fra loro c’è anche Alissa Peron, 32enne non vedente con grandissime potenzialità. Ma c’è bisogno di un sostegno anche economico per non fermarsi. “Poter aiutare le persone a potersi proporre in modo artistico -assicura il presidente dell’associazione- è il bello della vita”.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here