Uccisa e data alle fiamme, nuova testimonianza contro l’ex: “Confidò delitto in carcere”


Uccisa e data alle fiamme, nuova testimonianza contro l’ex: “Confidò delitto in carcere”


Avrebbe confidato a un detenuto in carcere di aver ucciso l’ex amante. Emergono nuovi, importanti elementi a carico di Antonio Caolamonico, ora in attesa del processo di appello bis per l’omicidio Bruna Bovino, picchiata, massacrata con le forbici e poi data alle fiamme a Mola di Bari, il 12 dicembre 2012.
Continua a leggere


Avrebbe confidato a un detenuto in carcere di aver ucciso l’ex amante. Emergono nuovi, importanti elementi a carico di Antonio Caolamonico, ora in attesa del processo di appello bis per l’omicidio Bruna Bovino, picchiata, massacrata con le forbici e poi data alle fiamme a Mola di Bari, il 12 dicembre 2012.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here