Furgoni carichi ma fermi: in Italia il primo sciopero di driver e addetti agli hub Amazon


Furgoni carichi ma fermi: in Italia il primo sciopero di driver e addetti agli hub Amazon


Secondo i sindacati che hanno indetto lo sciopero, Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, le adesioni dei dipendenti Amazon sono state del 75%. Per 24 ore, fino a domattina alle 7, addetti agli hub e ai magazzini e driver hanno incrociato le braccia per protestare contro la rottura delle trattative a livello nazionale sul rinnovo del contratto. “Amazon si è arricchita enormemente grazie al boom del commercio online in tempo di pandemia ed è giusto che redistribuisca parte di questa ricchezza anche in termini di diritti ai suoi dipendenti”, la denuncia dei sindacati.
Continua a leggere


Secondo i sindacati che hanno indetto lo sciopero, Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, le adesioni dei dipendenti Amazon sono state del 75%. Per 24 ore, fino a domattina alle 7, addetti agli hub e ai magazzini e driver hanno incrociato le braccia per protestare contro la rottura delle trattative a livello nazionale sul rinnovo del contratto. “Amazon si è arricchita enormemente grazie al boom del commercio online in tempo di pandemia ed è giusto che redistribuisca parte di questa ricchezza anche in termini di diritti ai suoi dipendenti”, la denuncia dei sindacati.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here