Morti in montagna, una nuova tecnologia per prevenire le valanghe: “Evitiamo dall’alto le stragi”


Morti in montagna, una nuova tecnologia per prevenire le valanghe: “Evitiamo dall’alto le stragi”


Per trovare i cadaveri dei quattro escursionisti morti sul Monte Velino dopo essere stati travolti da una valanga è stata utilizzata una nuova tecnologia messa a disposizione dal Consorzio Universitario Benecon che, utilizzando foto e dati numerici rilevati dall’alto, ha permesso di caratterizzare la superficie della montagna e analizzare i punti di valanga per localizzare i corpi. Il Pofessor Gambardella a Fanpage.it: “Filiera unica in tutta Europa, così elaboriamo scenari previsionali sulla base di dati reali”.
Continua a leggere


Per trovare i cadaveri dei quattro escursionisti morti sul Monte Velino dopo essere stati travolti da una valanga è stata utilizzata una nuova tecnologia messa a disposizione dal Consorzio Universitario Benecon che, utilizzando foto e dati numerici rilevati dall’alto, ha permesso di caratterizzare la superficie della montagna e analizzare i punti di valanga per localizzare i corpi. Il Pofessor Gambardella a Fanpage.it: “Filiera unica in tutta Europa, così elaboriamo scenari previsionali sulla base di dati reali”.
Continua a leggere

Continua a leggere


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here