No all’attenuante della “tempesta emotiva”: condannato a 30 anni l’assassino di Olga Matei

No all’attenuante della “tempesta emotiva”: condannato a 30 anni l’assassino di Olga Matei


Dopo più di quattro anni dal terribile omicidio è giunta la condanna definitiva a 30 anni per l’assassino di Olga Matei, l’allora fidanzato Michele Castaldo che nel 2016 strangolò la donna a Riccione. Nessun attenuante per l’uomo per nella prima sentenza d’appello ha visto la pena ridursi a 16 anni per una “soverchiante tempesta emotiva” causata dal suo vissuto: sentenza aspramente criticata che aveva portato a un appello bis.
Continua a leggere


Dopo più di quattro anni dal terribile omicidio è giunta la condanna definitiva a 30 anni per l’assassino di Olga Matei, l’allora fidanzato Michele Castaldo che nel 2016 strangolò la donna a Riccione. Nessun attenuante per l’uomo per nella prima sentenza d’appello ha visto la pena ridursi a 16 anni per una “soverchiante tempesta emotiva” causata dal suo vissuto: sentenza aspramente criticata che aveva portato a un appello bis.
Continua a leggere

Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here